La saga di fantascienza Genius ha trovato un editore! Qui di seguito troverete anche i primi capitoli dei tre romanzi.

Che minchione le formiche! è il mio ultimo romanzo, che potrete leggere qui di seguito, pubblicato sul mio blog poche pagine per volta, partendo dal post intitolato I miei romanzi e proseguendo in sequenza progressiva con i vari capitoli e le loro parti (es.: Che minchione le formiche! I-2p, I-3p...).

Buona lettura!

Genius_01

Genius_01
Genius_01 - ebook in vendita su Simplicissimus.it

lunedì 28 giugno 2010

Che minchione le formiche! III-3p

[continua dal post precedente]


- Allora se siamo intesi… – Lui mi strizza un occhio, cosa che in queste circostanze funge da firma contrattuale – non ti resta che cominciare, anche da subito. – mi sta per rispedire indietro, quando lo fermo appena in tempo.
- Aspetta! Ancora due questioncelle. La prima di ordine tecnico-pratico: ho bisogno di tutte le mie facoltà per trovare l’individuo-ospite adatto al mio scopo…
- Ti concedo fino alla mezzanotte di oggi.
- Mi sta bene. E la seconda è più che altro una curiosità: - mi atteggio ad un’espressione di candore assoluto; neppure un infante al battesimo saprebbe fare di meglio - com’è che non riesco a vedere il futuro di Savvo nemmeno al di là dei dieci giorni? Non è che è destinato a morire prima che io possa portare a termine questa sfida e che quindi mi stai semplicemente prendendo per il culo?
Naturalmente, Lui ribatte con una mimica facciale che significa: Ma chi, Io? Come hai potuto anche solo pensare una cosa simile?
- Ho dovuto nasconderti la visione del suo futuro per impedirti di barare e naturalmente ho via via oscurato anche quello di alcuni altri…
- Alcuni altri?
- Beh, in realtà, avevo cominciato un provvedimento ad personam, poi, però, mi sono annoiato talmente (e volevo essere sicuro che nessun futuro potesse interferire con questa sfida) – immagino proprio che Chiau Mei della Cina del Nord avrebbe influito sicuramente sulla vita di Savvo – che l’ho esteso a tutti gli umani.
- Mmm, ora che guardo meglio non  riesco a vedere un accidenti di niente… Ma che stai combinando?
- Niente, niente! – fa Lui come un bambino beccato con le dita nella marmellata; quindi si ridà un contegno da creatore del Cielo e della Terra, anche se mi sembra che la melma sulle gote gli si stia scurendo, quasi una specie di rossore – Sei sempre tu a farmi qualche sorpresina… questa volta avevo pensato, se non hai nulla in contrario, di festeggiarlo insieme il compleanno. Così, solo oscurandoti la lungimiranza…
- Potrai mantenere l’effetto sorpresa per me. – completo io.
Mi sento tanto pieno di amore per Lui che sta traboccando.


Lodato sia tu, Signor mio,
piena del mondo è la tua Grazia,
magniloquente, Domine del limo,


il peccator a Te paga il fio,
Santo, li adorator di Te sazia
e nella sfida fammi giugner primo!


Sono un pessimo rimatore, perciò una doppia terzina di endecasillabi ABC-ABC è il massimo che in questo momento di grande emozione mi senta di potergli dedicare. La lungimiranza in confronto di tanto affetto? Uno scambio più che accettabile, Padre mio. Ora, sono davvero pronto. Oreste, preparati a perdere!

... continua

Nessun commento:

Posta un commento